Come lasciare un uomo che ami

Come lasciare una persona che ami

Sembra assurdo, ma a volte è proprio necessario e spesso non si sa come lasciare un uomo che ami. Ne parliamo a cuore aperto nel post.

Si parla sempre di lasciare una persona quando non la si ama più. D’accordo, è difficile. Non si vuole essere responsabili della sua infelicità, del suo dolore. Si hanno coinvolgimenti, come ad esempio figli, si ha paura di ciò che dirà la gente.

A volte lasciare qualcuno può spaventare per tutto ciò che si porta dietro, ma se non amiamo più quella persona sentiamo anche il bisogno di chiudere la storia, per andare avanti, per cercare un futuro migliore, che ci renda felici.

Ma che dire di quando siamo obbligate a lasciare qualcuno che ancora amiamo? Sì, l’idea di primo acchito sembra assurda e ci si potrebbe chiedere che senso abbia lasciare qualcuno che si ama ancora.

Invece accade molto più spesso di quanto si possa immaginare. Ci sono tanti di quei motivi che rendono sbagliata una storia d’amore, una relazione. E altrettanti motivi per i quali è bene lasciare una persona anche se la si ama.

Perché lasciare un uomo che ami

Una donna che ha una relazione, o è sposata con un uomo violento farebbe bene a lasciarlo, anche se lo ama. Vivere accanto ad una persona che ti picchia, ti insulta e se non viene alle mani è comunque in grado di distruggerti psicologicamente è meglio perderla che trovarla.

Un uomo che beve ed è un alcolizzato o che si droga dovrebbe essere aiutato, ma se una donna non riesce proprio dovrebbe andarsene e lasciarlo. Abbandonare chi ha bisogno non è bello, ma affondare insieme a qualcuno che non vuole essere salvato è peggio. Soprattutto se si hanno figli.

Anche i giocatori d’azzardo non sono belle compagnie con cui percorrere il cammino della vita. Li si possono amare, ma alla lunga l’amore sfiorisce quando i problemi da affrontare sono più grandi di noi.

Che dire poi dell’uomo sposato che promette di lasciare la famiglia e non lo fa mai? Avere una relazione di questo tipo per tutta la vita non è salutare. Una donna ha diritto ad una relazione da vivere alla luce del sole.

Perché accettare di vivere una vita a metà? Certo, per amore. E quante ci hanno provato? Per esperienza personale posso dirti che anche se ami più della tua stessa vita arriva il momento nel quale bisogna prendere una decisione.

Come capire se tuo marito non ti ama più

Come lasciare un uomo che ami

Non è semplice, non c’è un modo che vada bene per tutte. Non c’è una formula magica che risolva tutto e ti faccia sentire bene. Al contrario, lasciare qualcuno che ami è lacerante. È come sentire l’anima andare in pezzi e avere la sensazione che nulla sarà mai più come prima.

Auto convincersi che è la cosa giusta è l’unico modo per andare avanti. E pensare che “domani sarà migliore”. Giorni, mesi, a piangere, a cercare di tenere a bada la voglia di chiamare e farlo tornare.

No.

Non è bello. Fa soffrire, ma poi credimi, tutto passa. Anche l’amore più grande, se è sbagliato, non può continuare per tutta la vita. Lo dico per esperienza. Lasciare andare qualcuno che ami è la cosa più difficile che ci sia.

Ma ognuno deve a se stesso un po’ di serenità e felicità.

Lasciare qualcuno che ami è ben peggio di una storia che finisce per mancanza di amore, ma bisogna continuare a tenere a mente che È LA COSA GIUSTA DA FARE.

E non sempre la cosa giusta fa stare subito bene, come lo sciroppo e le medicine, che fanno schifo, però poi ti senti meglio.

Ognuno di noi ha diritto alla felicità e in una storia sbagliata è solamente effimera, dura lo spazio di un battito di ciglia perché si porta dietro una scia lunghissima di dolore.

Non è assolutamente facile e chi lo dice mente. È difficilissimo, ma lo devi a te stessa e ai tuoi figli se ne hai, o ai tuoi familiari, che vorrebbero vederti quantomeno serena.

Se è una storia sbagliata

Ne avrai parlato con lui chissà quante volte eppure non è cambiato niente, nemmeno con gli ultimatum. Quindi cosa rimane da fare se non darci un taglio?

I divorzi più incredibili del mondo

E in questo caso meglio un taglio netto, dall’oggi al domani, per non soffrire più del necessario, come quando strappi un cerotto.

Organizza un momento di confronto, se è il caso, esponi le tue ragioni, poi chiudi nel modo più gentile e sereno possibile. Credimi, anche lui è consapevole della situazione e se non ha fatto niente per cambiarla fino a quel momento non c’è niente da fare (i miracoli non sono così comuni!).

Se invece un confronto potrebbe metterti in una situazione di pericolo, organizzati per andartene e fallo. Lascia una lettera nella quale spieghi le tue motivazioni e chiedi che non ti cerchi. Magari lo farà comunque, ma tu dovrai resistere e non cedere.

Giorno dopo giorno le cose miglioreranno. Non dimenticherai di certo, ma arriverà il momento in cui ti sentirai pronta per una nuova relazione. È vero che l’amore è cieco, ma stavolta sarai un po’ più attenta. Valuterai situazioni e comportamenti, perché soffrire fa davvero schifo e l’amore invece, per essere tale, deve rendere felici. E migliori.

In bocca al lupo per tutto e se hai bisogno scrivimi, so come ci si può sentire.

Leggi anche

 

Siamo anche su Facebook, regalaci il tuo like!!

 

 

[Total: 0 Average: 0]

Ciao, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: