Come organizzare una festa di divorzio

divorce party festa di divorzio
divorce party festa di divorzio

Il matrimonio non ha funzionato? Siete giunte al divorzio? Per alcune donne può valere la pena festeggiare con una festa di divorzio. Anche se è stata una relazione importante o un grande amore, la sua fine può rappresentare un nuovo inizio, allora perchè non festeggiare?

Una festa, un party, è un modo per voltare pagina cercando di guardare al futuro.

In quest’epoca moderna sono molte le attività che stanno nascendo che si occupano proprio dei festeggiamenti relativi ad un divorzio. Sembra quasi un po’ macabro, ma in effetti non lo è. Perchè continuare a soffrire rimanendo intrappolati in una relazione ormai finita?

Inoltre spesso le donne sono vittima di uomini violenti, che le picchiano o le sviliscono. Una festa serve per riprendersi non solo la propria libertà, ma anche la propria sicurezza, personalità, integrità e stima personali.

Una coppia infelice non può andare avanti. la cosa migliore che potrebbe fare è farsi aiutare per trovare una soluzione. Non per forza un matrimonio deve finire in un divorzio. Un sentimento può essere recuperato, o almeno l’affetto e la stima reciproca possono esserlo, se si sa come fare!

Però non divaghiamo e torniamo all’

organizzazione della nostra festa

Come prima cosa bisogna pensare a chi invitare.

Poi è necessario spedire gli inviti.

Una volta fatto aspettare le conferme e nel frattempo scegliere la location: casa propria oppure un locale?

Potete scegliere un tema per il party.

Poi penserete a decorazioni per la festa, catering o banqueting, alla torta e al cake topper.

Se non volete dei regali per il divorzio (potrebbe accadere) chiedetelo esplicitamente. Gli amici potrebbero sentirsi obbligati, trovate un’alternativa che non li impegni.

Organizzate giochi divertenti che siano passatempi indolori.

Suggerimenti in più

Evitate gli alcolici. Potrebbero sembrare una buona idea, ma l’alcool scioglie la lingua fin troppo e voi, o qualcun altro, potreste finire per dire cose di cui potreste pentirvi o così spiacevoli da rendere la festa davvero molto antipatica.

È meglio prevenire che curare!

In secondo luogo, anche se potrebbe essere divertente e liberatorio (e sono la prima sia ad affermarlo che a sostenerlo!!!) non lasciatevi andare a critiche piagniucolose. Iniziare una conversazione nella quale inserire tutte le mancanze dell’ex e dei buoni motivi per cui avete divorziato non farebbe stare meglio davvero.

Inoltre sarebbe proprio antipatico oltre che svilente, per entrambi. Problemi e cattiverie a parte siete sempre due persone che in passato si sono amate. Il rispetto fa parte della vita. SEMPRE. Non averlo ricevuto non ci mette nella condizione di non darlo. Non siamo all’epoca del

“occhio per occhio, dente per dente”.

Dovremmo essere ben più socializzati, moderni e poi … fate un po’ voi!!! Ma ricordate che le emozioni negative rovinano la vita e inoltre Confucio diceva “Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te”, quindi…

photo credits | partypacks

[Total: 0 Average: 0]

3 pensieri riguardo “Come organizzare una festa di divorzio

Ciao, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: