Divorzio breve anche in Italia, in attesa del decreto

divorzio breve anche in italia

Il divorzio breve in Italia potrebbe diventare presto una realtà. Pressati da problemi ben maggiori al governo stanno valutando la possibilità di un decreto o disegno di legge che abbatta i tempi per l’ottenimento del divorzio.

A regolare però la possibilità di utilizzare la nuova legge la presenza o meno di figli minori nati all’interno dell’unione.

Il progetto consisterebbe nell’eliminare il procedimento con il giudice, seguendo il modello francese, e di concludere il divorzio solamente con l’assistenza degli avvocati.

Un metodo che servirebbe a sveltire le pratiche e consentire ai tribunali di occuparsi di problematiche ben maggiori e a livello di società.

Non che un divorzio non rappresenti un problema, ma lo è solo per alcuni individui. Snellire le procedure è una misura per consentire a chi sta cercando di divorziare di non dover aspettare i tempi della giustizia: prima i tre anni canonici dalla separazione e poi l’appuntamento con il giudice.

Separazione e divorzio non andrebbero per le lunghe, tanto non serve attendere anni. Quando le persone si separano raramente tornano insieme. Lo fa solamente l’1% circa di chi è separato/divorziato.

Permettere alle persone di divorziare rapidamente, se è ciò che desiderano, non è nè permissivismo e nemmeno minare le fondamenta dell’istituzione del matrimonio, ma dare alle persone i propri diritti.

Avere la possibilità di divorziare rapidamente non significa doverlo fare, bensì POTERLO fare se la relazione è infelice e dolorosa. Tirare per le lunghe logora e non aiuta, come invece sostengono alcuni.

Il divorzio breve risulterebbe essere un accordo sancito con i rispettivi avvocati, senza l’intervento del giudice e sarebbe in linea con le leggi di altri stati europei e non solo.

In tribunale e davanti al giudice continuerebbero ad andare quei coniugi che, al momento della separazione, hanno figli minori, o portatori di handicap, perchè sarebbero i loro i diritti che il giudice andrebbe a tutelare.

Ci sono comunque tantissime coppie che potrebbero usufruire del nuovo decreto, se dovesse infine andare in porto.

Attendiamo con curiosità e interesse le disposizioni del Governo sul divorzio breve.

photo credits | sheknows

 

[Total: 0 Average: 0]

Ciao, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: