Divorzio: dramma o liberazione

divorzio be happy
divorzio be happy

Il divorzio è un dramma o una liberazione? La domanda sorge spontanea dopo aver scritto alcuni articoli e letto altri commenti. C’è chi vede il divorzio come un attentato al matrimonio che, almeno in teoria, e sulla carta, dovrebbe essere per sempre, o finchè morte non vi separi.

La separazione è vista come un modo semplice e veloce per chiudere una relazione evitando di impegnarsi. Se pensiamo a qualche decennio fa possiamo ricordare che i divorzi erano pochissimi e le persone stavano insieme lo stesso.

A dire il vero in tanti lo fanno ancora oggi (ne conosco alcuni, e alcune). Chi si separa, anche se non viene più additato, non dovrebbe festeggiare. Perchè? È un crimine? Per quale motivo? Dipende dall’umore, da come si sente e come si è vissuto il matrimonio.

Se era una prigione e finalmente si è “evasi” certo che si dovrebbe festeggiare. Chi ha commesso uno sbaglio, se ne è reso/a conto, e vi ha posto rimedio invece di sopportare per il resto della sua esistenza, perchè non dovrebbe festeggiare il divorzio? Non tutti abbiamo la tendenza al martirio.

Vi sembrerò cinica ma, invece di tenere insieme un matrimonio traballante, un rapporto ormai sfasciato, direi che preferisco di gran lunga chiuderlo, magari restando amici, se possibile. Se una relazione finisce qualche motivo ci sarà pure, non credete?

In verità si dovrebbe fare in modo di non arrivare né ad odiarsi, né a smettere di amarsi. Invidio le persone che ci riescono, come i miei genitori ad esempio. Litigano, si azzuffano, brontolano, ma poi si vogliono bene, si cercano, non possono stare l’uno senza l’altro. Hanno superato la settantina da un po’.

Ho visto per le vie di Milano, anni fa, quando ero solo una ventenne dalle mille speranze, due ottantenni andare a fare la spesa tenendosi per mano. Quell’immagine mi è rimasta dentro. Anche io! Anche io vorrei per me una cosa simile, ma non  così semplice e non si tratta di sopportare l’altro solo perchè lo si è sposato.

Ci vuole amore.

La separazione e il divorzio sono opportunità che oggi abbiamo, al contrario del passato, in cui non era possibile. Oggi però si divorzia per nulla oppure si sta insieme per comodo. La via di mezzo? In pochi la trovano, ma in ogni caso per ognuno di noi c’è una strada diversa. Una strada che dovrebbe portarci alla felicità, non pensate anche voi?

Per me il divorzio è stata una liberazione e sì, a modo mio ho festeggiato. Non che il mio ex fosse una cattiva persona, anzi. Solo non era giusto per me! Gli auguro davvero di trovare la persona giusta per essere felice…

Tessy

hai voglia di leggere una storia d’amore paranormal? non perderti il mio romanzo Il desiderio di Ricah in vendita su Amazon.

photo credits | tessy

Tessy

Sono una blogger e giornalista, amo scrivere!

4 pensieri riguardo “Divorzio: dramma o liberazione

Ciao, lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: