9 Mar '14

Tessy T

Sono una blogger e giornalista, amo scrivere!

0 Shares

Epidemia moderna, troppo lavoro e niente sesso

epidemia moderna duro lavoro e niente sesso

epidemia moderna duro lavoro e niente sesso

Epidemia moderna, troppo lavoro e niente sesso. No, non è una brutta battuta, purtroppo per molte coppie è la verità. Dopo anni di relazione, dopo i figli, dopo il mutuo e le difficoltà, ci si trova oberati di lavoro, o impegnati negli straordinari necessari a mantenere i pargoli e/o uno stile di vita e si arriva a letto così stanchi da non aver voglia che di dormire.

Sembra la trama di un brutto film invece è quanto succede a tantissime coppie, quasi che fosse un’epidemia moderna alla quale dovremmo trovare un vaccino! Potrebbe essere lavorare di meno? O forse solo non cercare di avere ciò che il nostro stipendio non può darci.

Insomma… si acquista la casa con il mutuo e questo va benissimo, ma poi si aggiunge la macchina nuova, il cellulare a rate, il televisore gigante a schermo piatto e le vacanze. Lavorare per venti ore al giorno diventa obbligatorio, specie al giorno d’oggi, così forse si perdono i veri valori della vita che non sono le cose materiali, bensì rapporti, relazioni e sentimenti.

Inoltre per alcuni preoccupazioni e serietà vanno a braccetto. Diventano persone introverse, sempre pensierose, sempre preoccupate e allontanano chi sta loro accanto con musi lunghi, lamentele e quant’altro. Forse si dovrebbe cercare di equilibrare impegni finanziari e tempo libero in modo da poter dedicare anche solo poche ore a se stessi e alla famiglia che altrimenti si rischia di perdere.

Si arriva a matrimoni senza sesso, relazioni sterili, ad avere compagni di letto silenziosi e stanchi, figli che non si vedono mai, che non godono mai del nostro tempo. Poi un giorno ci si ferma e ci si guarda attorno e si scopre di non avere niente. Dov’è finito l’amore?

Sembra questa la nuova epidemia moderna, la sterilità dei rapporti, l’allontanamento dei coniugi, matrimoni senza sesso e non solo.

Ti fermi un attimo, guardi la persona che ti vive accanto, ti domandi come mai adesso non è più come all’inizio e, anche volendo, fai fatica a recuperare il tempo perso. A volte è addirittura impossibile. Ne vale la pena?

 

photo credits | photo-collective

Related Posts

Ciao, lascia un commento