Fare pace con il passato

Fare pace con il passato
Fare pace con il passato

Fare pace con il passato è davvero importante per poter vivere felicemente il presente, non credete? Una separazione o un divorzio possono minare le fondamenta della nostra autostima a tal punto da farci vivere nel passato ogni momento del presente.

Questo ci impedisce di godere dell’adesso, ma anche di costruirci un futuro. Sì, lo so, stavolta sembro seria, al contrario di tutte le altre volte che scrivo fiumi di parole da questo mio ironico blog.

Ma ciò che voglio davvero far comprendere è che il passato è passato e anche se è stato doloroso dovremmo fare del nostro meglio per lasciarlo dov’è.

Qualcuno ha scritto (o detto) che siamo il risultato del nostro passato. È vero, ma dal passato possiamo trarre insegnamento per un futuro migliore di cui animosità, recriminazioni, odio e risentimento non fanno parte. Altrimenti non sarebbe vita e la sprecheremmo inutilmente.

Fare pace con il passato aiuta a sentirsi meglio. So che è difficile e il pensiero torna indietro, specialmente ogni volta che siamo tristi o un po’ giù di morale, ma è meglio cercare di non indulgere o non coccolarci nel dolore. Fa molto più male che cercare di andare avanti.

Non lo dico per dire, ma per esperienza diretta. Provare rancore per l’uomo che abbiamo amato, ma che non ci ha ricambiato non ci farà sentire meglio e nemmeno lo farà decidere di lasciare una moglie che non ama più per vivere felicemente con noi.

Come odiare il proprio ex marito perchè si è innamorato di un’altra non lo farà tornare indietro e provando emozioni negative non facciamo un torto a loro, ma a noi stesse. Perdiamo occasioni di essere serene, se non felici e opportunità che il presente potrebbe donarci.

Per questo credo sia di vitale importanza fare pace con il passato: con le scelte di altri, con i nostri errori, con i dolori.

 

photo credits | thechangeblog

Ciao, lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: