9 Apr '14

Tessy T

Sono una blogger e giornalista, amo scrivere!

0 Shares

Mi tradisce: istinto o paranoia

mi tradisce, realtà o paranoia

mi tradisce, realtà o paranoia

Chi non ha mai pensato “mi tradisce“? È una domanda che prima o poi forse tutti ci poniamo nella vita. Potrebbe essere suggerita dall’istinto che in qualche modo ci fa comprendere la situazione oppure un pensiero paranoico.

L’istinto, il proverbiale sesto senso, potrebbe inviarci segnali inequivocabili dettati da comportamenti, situazioni e modi che non danno il beneficio del dubbio. Pensiamo ci tradisca? Potrebbe essere il sesto senso a inviarci questa conclusione dopo aver analizzato in parte anche la situazione.

Oppure potrebbe essere una paranoia. Una donna insicura, incerta, spaventata, potrebbe dubitare di sé a tal punto da vedere rivali ovunque. Se poi ha già vissuto una storia simile, di fiducia mal riposta e tradimento, non è insolito che faccia  un parallelo e la paura renda tutto uguale.

In che senso? Se si perde la fiducia in uomo che ci ha tradito poi associamo quei comportamenti, il dolore, le assenze, le scuse al tradimento e se ci troviamo in una situazione anche solo lontanamente simile pensiamo sia la stessa.

L’ombra del tradimento incombe e si finisce per pensare male anche di chi è onesto, solo per paura. Brutto affare perchè qui non si tratta più di sesto senso, ma di paranoia appunto, che finisce per portare la gelosia a livelli estremi e irrazionali.

Quella gelosia che, in dosi massicce, fa fare cose stupide e mettere in imbarazzo l’altro che finisce per stancarsi e andarsene.

Se l’istinto suggerisce che ci stia tradendo diamogli retta. È vero che gli uomini negano sempre, ma possiamo scoprirlo senza troppe difficoltà. E qui si prospettano solamente due alternative: o è vero e quindi meglio troncare la relazione e rifarsi una vita, o è una paranoia nostra ed è meglio cercare di arginarla con un po’ di razionalità.

Noi sappiamo la verità. Seguire, pedinare, spiare alla lunga non sono comportamenti salutari e nemmeno razionali. Certo si può cercare di capire se davvero ci tradisce utilizzando tutti i mezzi disponibili, ma poi non deve diventare una persecuzione.

In tutto questo spesso si “insinuano” le amiche. Chi ci vuol bene tenta sempre di farci ragionare, ma attenzione!!! Anche loro possono sbagliare. Potrebbero avere le prove dei suoi tradimenti oppure esserne convinte e basta. Potrebbero persino convincerci a fare o non fare qualcosa, ma siamo sempre noi a dover decidere COSA fare.

La cosa migliore è sempre affrontare il problema, vero o fittizio che sia perchè in ogni caso pensare che ci tradisca è un campanello d’allarme, un segnale di fumo che evidenzia uno stato di difficoltà, un problema di coppia e non.

photo credits | ublushmagazine

Related Posts

Ciao, lascia un commento

loading...