Racconti amo: storie di vita, incontro con ex amante

racconti amo, vita, ex amante
racconti amo, vita, ex amante

La telefonata giunge inaspettata. Un ex amante che ti chiama dopo tre anni cosa mai potrebbe volere!?!?

Un caffè, tanto per scambiare quattro parole? Come dire di no? In fondo sono curiosa di sapere cosa vuole. E poi ci sono tante cose non dette fra noi.

Ho bisogno di capire me stessa, di rendermi conto se la sua vista provoca ancora qualcosa in me. Sarà per questo che ho accettato di incontrarlo, per di più a casa mia, perchè lui ha la solita paura di farsi vedere in pubblico.

La sua famiglia abita a decine di chilometri, chi diavolo mai potrebbe dir loro qualcosa? E poi è solo amicizia!!!

E poi… non è che ogni donna che incontri te la porti a letto! O sì? Fissiamo un appuntamento. Ci troviamo. Fisico invidiabile, data l’età, si avvicina ai cinquantacinque, abbronzato, sembra quasi sia stato al mare.

Occhiali da sole che si toglie per guardarmi. È uguale a tre anni fa. Non è cambiato molto.

Solo più onesto. Mentre io consumo un panino, alle tre ancora non ho mangiato per impegni di lavoro, gli faccio un caffè. Si siede e mi guarda dritto negli occhi. Non sento il tuffo al cuore, quello che mi spaccava in due ogni volta. Mi chiede come sto, come va la vita.

Ho superato il dolore, ho ucciso il nostro amore. L’ho fatto perchè lui non si separava e io non potevo fare l’amante per tutta la vita. Glielo dico. Capisce. Mi prende le mani, gli dico che all’inizio mi è mancato da morire. Il suo “anche tu mi sei mancata e sai che non dico mai quello che provo” quasi mi fa piangere.

Ce ne ho messo di tempo a superare il dolore, ad accettare la situazione, ma poi sforzandomi di sorridere e di superare tutto, ho iniziato a stare meglio. Non ce l’ho con lui, non potrei mai. Glielo dico. Aveva una possibilità e l’ha sprecata. lo sa e gli dispiace. Mi chiama con quel nomignolo.

Mi emoziono un attimo. Quando mi racconta della sua vita, esattamente uguale a tre anni fa, sono realmente dispiaciuta per lui che non ha il coraggio di cambiare niente, che continua a perdersi il meglio della vita.

È sincero. Per la prima volta tenendomi le mani, ammette che ero il suo mondo. C…. !! Lui era il mio, ma non ha funzionato. Lo amavo da pazzi. Lo sapeva. Mi amava. A modo suo.

Prima di andarsene dice che è contento che ci siamo rivisti, gli ha fatto piacere. Mi abbraccia. Lo abbraccio anche io. Eravamo amanti. È stato bellissimo, ma ognuno ha il suo posto nel mondo. Lui ha scelto il suo, io il mio. Dolorosamente è finita così.

Tornassi indietro, sapendo come va, forse lo rifarei e forse no. Ora sono felice. La mia vita è diversa. Amo in modo diverso. Siamo amici. Se ne va. leggo il rimpianto nei suoi occhi. Se ne va senza nemmeno provarci. Dice che lo fa per me, per non rovinarmi la vita, perchè merito di essere felice.

È un signore, anche in questo… e l’ex se ne va lasciandomi un po’ turbata, ma pronta per affrontare il mio domani. Avrà sempre un posto nel mio cuore, come so che io rimarrò sempre nel suo. Gliel’ho letto negli occhi, come gli ho letto la solitudine dell’anima.

In certe questioni non si può tornare indietro. I grandi amori lasciano grandi, incolmabili vuoti? Purtroppo quando qualcosa si spezza non si può ricomporre, si può solo cercare qualcosa di nuovo.

 

Tessy


photo credits | dreamstime

 

Tessy

Sono una blogger e giornalista, amo scrivere!

Ciao, lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: