Stai per sposarti? Ripensaci oppure tutelati

stai per sposarti? ripensaci

Se stai per sposarti puoi anche ripensarci!!! Non lo dico per scherzo, sono serissima. Praticamente quasi un matrimonio su tre finisce in divorzio, almeno nel nostro paese.

Le motivazioni? Sono delle più varie, le più frequenti però sono:

  • i problemi della vita, compresi quelli economici,
  • le interferenze dei genitori/suoceri,
  • contrasti tra coiugi,
  • contrasti tra coniugi sui figli,
  • matrimoni in tarda età.

Ebbene sì, anche questi ultimi causano non indifferenti problemi. Sì, so che magari non lo si pensa e si crede che da adulti si ha la testa sulle spalle, si è vissuto abbastanza da sapere ciò che si vuole, si è preparati a tutto (o quasi).

La realtà dei fatti è molto diversa.

prendiamo in esame i matrimoni “tardivi”. Dopo essere stati abituati per anni a vivere da soli, o forse sarebbe più comune dire dopo essere vissuti fino a tarda età in casa con i genitori, dimora in cui la “mamma” faceva tutto, ci si ritrova con la responsabilità di una nuova casa e una nuova famiglia.

Come sciogliere il cordone ombelicale? Come staccarsi? Specialmente dalla mamma che risulta alla fin fine essere anche la più invadente? Mamma di uno suocera dell’altro ovviamente! Ed è proprio in quanto suocera che lo diventa tanto che la Cassazione speso imputa proprio a lei le difficoltà e incomunicabilità che affiorano nella coppia.

Stai per sposarti? Non vuoi rinunciare? Allora prima di tutto stabilisci delle regole:

  • NO alle intromissioni familiari su argomenti quali come tenere la casa, come comportarsi con i figli, come gestire il denaro, le scelte da compiere,
  • NO alla convivenza anche se la crisi potrebbe suggerirla,
  • NO ad abitazioni contigue, magari sullo stesso piano e se è inevitabile stabilite i confini della “confidenza” ad esempio suonare il campanello, bussare, non utilizzare le chiavi di scorta per entrare senza aver prima avvisato e sciocchezze simili.

Prendere accordi preliminari evita brutte situazioni, più spiacevoli se affrontate in seconda battuta o che magari per mancanza di coraggio vengono trascinate a discapito di privacy e integrità personale.

photo credits | smh

[Total: 0 Average: 0]

Ciao, lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: